Progetti

L'affido familiare è un intervento di aiuto a favore di un minore la cui famiglia di origine si trova temporaneamente in difficoltà. 
E' un intervento a tempo determinato, finalizzato al raggiungimento del benessere del minore e al superamento della situazione di crisi della sua famiglia. 
Il Comune di Milano - Direzione Centrale Politiche Sociali e Cultura della Salute, in collaborazione con le organizzazioni del Terzo Settore, operano in rete e realizzano un sistema di servizi per l’affido e l’accoglienza familiare. 
Per saperne di più sull’affido e le diverse forme di accoglienza familiare è possibile visitare il sito Affido Milano (link in siti utili: www.affidomilano.it).

Il Coordinamento Affidi del Comune di Milano è disponibile per ogni informazione e chiarimento ai numeri 02 88463012 e 02 88463013 

La Cooperativa Sociale Tuttinsieme lavora insieme ad altre organizzazioni - raggruppate in un'unica Associazione temporanea d’Impresa detta ATI - che operano con il Comune di Milano, su preciso e specifico contratto triennale, connettendosi e coordinandosi con il Servizio Coordinamento Affidi

La ATI L'AFFIDO IN CITTA' è attiva nel reperimento di affidatari e affidatarie e nel sostegno agli affidi in corso in stretta collaborazione con il servizio Coordinamento Affidi e con i servizi territoriali; inoltre le organizzazioni, su richiesta del Coordinamento Affidi, forniscono un sostegno educativo qualificato, su progettualità specifica del Servizio Sociale Professionale Territoriale, diretto a minore, famiglia di origine, affidatari.

CAF, CBM, COMETA, COMIN (capofila), COMUNITA' NUOVA, DIAPASON, L'ALBERO DELLA VITA, LA GRANDE CASA, SPAZIO APERTO SERVIZI, TUTTINSIEME

Il progetto “Mediando: percorsi di mediazione e riparazione - Vittime e rei nella ricostruzione di patti di cittadinanza”, realizzato nell’ambito del VI piano infanzia adolescenza Città Milano ex L.285/97, è una coprogettazione del Comune di Milano- Settore Servizi Scolastici ed Educativi insieme all’ATI composta da Consorzio Sistema Imprese Sociali (Capofila), Cooperativa sociale Dike, Cooperativa sociale Tuttinsieme, cooperativa sociale Spazio Aperto Servizi, Cooperativa sociale A&I, Cooperativa sociale Codici.

Il progetto prevede diverse azioni: percorsi di mediazione e riparazione gestiti da mediatori presso il Centro per la Giustizia Riparativa e per la Mediazione del Comune di Milano; attività di sensibilizzazione presso servizi, enti e territorio; attività nelle scuole

IL PROGETTO MEDIANDO

  • INCONTRI A TEMA

Sono previsti incontri per genitori e/o insegnanti volti a sensibilizzare e diffondere la cultura della riparazione e della gestione pacifica dei conflitti nell'ambito scolastico.

Gli incontri sono gestiti da diverse figure professionali (criminologo, psicologo, educatore) con una modalità di dialogo e confronto.

  • LABORATORI per gruppi classe

Verranno realizzati in due classi dell’istituto dei percorsi teatrali gestiti da un educatore e un attore, della durata di 5 incontri per classe.

I ragazzi verranno guidata nell’esplorazione di comportamenti, atteggiamenti e vissuti relativi al conflitto e alla sua risoluzione.

Il laboratorio prevede un coinvolgimento attivo dei ragazzi e dei professori e verrà costruito a partire dai bisogni concreti della classe.

  • SPORTELLO per la mediazione dei conflitti a scuola

Attivabile su appuntamento, prevede la presenza di operatori qualificati per offrire consulenza a studenti, famiglie e insegnanti che vivono una situazione di conflitto. All'interno dello sportello si possono trovare possibili soluzioni alternative e strategie di gestione dei conflitti.

I colloqui sono gratuiti, riservati e di durata variabile a seconda delle necessità; è possibile, su valutazione dell'operatore, il coinvolgimento dei mediatori dei conflitti esperti del Centro per la Giustizia Riparativa e la Mediazione del Comune di Milano.

hashtag7

 

Hashtag7 è un'équipe educativa composta dagli educatori delle Cooperative Tuttinsieme, Comunità Progetto e Azione Solidale. Attraverso linguaggi ludici, artistici e tecnologici, lavora sulle percezioni che le persone sviluppano rispetto agli spazi. Lo scopo del progetto è raggiungere obbiettivi di carattere educativo/pedagogico con impatto sociale.

“Abitare con il proprio lavoro” contesti percepiti come insicuri, significa puntare a una coesione sociale possibile, in cui le reciproche impressioni tra adolescenti e adulti provino a confrontarsi e a modificarsi.

Lavorare sugli spazi e sulla loro percezione, ha l'ambizione di trasformarli in luoghi, intesi come contenitori di relazioni, significati, senso di appartenenza, attenzione e cura.

Zone di intervento

Hashtag7 interviene in Zona 7, nello specifico nelle vie del quartiere San Siro (P.zza Segesta, Via Zamagna e vie limitrofe) e nel sottopassaggio della MM De Angeli.

Strumenti utilizzati

  • Ludovelò: è un carretto a pedali attrezzato con giochi e solar consolle musicale, facile da spostare e adattabile a diversi contesti. Può contenere molti giochi, può fare musica, oppure offrire un té caldo d'inverno o un té freddo d'estate;

  • Shareradio: è la web radio numero uno del territorio di Baggio e dintorni. Contenitore fondamentale per raccogliere e divulgare pensieri e musica che hanno a che fare con il progetto;

  • Produzione video: effettuata sia per narrare l'avanzamento e le ambizioni del progetto, sia per dar visibilità a coloro che la richiedano (esempio: produzione di video musicali per giovani artisti)

  • Interventi di riqualificazione artistica partecipata: non una semplice operazione di make-up di uno spazio in disuso, ma un'azione assieme ai ragazzi che stazionano nel sottopassaggio De Angeli/Frua, con l'obiettivo di coinvolgere anche gli inquilini del condominio sovrastante, attivando un processo di revisione delle rispettive percezioni.

    L'intervento è promosso e agito da hashtag7 con il supporto di un artista/educatore e di altri artisti operanti nel contesto dell'arredo urbano.

  • Eventi, come concerti e/o presentazione di libri, contesti di brani nell'ambito della musica hip hop e ogni genere di rappresentazione che inviti a tenere alto il dibattito sulla percezione degli spazi.

Hashtag7, attreverso questi mezzi, mette in connessione le persone che stanno o transitano negli spazi, dando loro la possibilità di confrontare il proprio punto di vista con quello dell'altro.

Hashtag7 opera grazie al finanziamento ex. L.285/97 nell'ambito del progetto “cittadini attivi#adolescenti sicuri” - Assessorato alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia Locale, Protezione Civile e Volontariato” del Comune di Milano, progetto di respiro cittadino che coinvolge tutte le nove zone del Comune di Milano.