Colibrì è un progetto nato nel 1996 con la proposta di dare letture e possibili risposte al bisogno di aggregazione e sostegno individuale di bambini e ragazzi della zona 7 a rischio di devianza e in situazione di disagio.

 

Nella sua realizzazione pratica corrisponde a due spazi situati, uno in Via Dalmine 4, presso la sede di Tuttinsieme a Baggio, l'altro in Via Micene nel cuore della parte popolare del quartiere San Siro.

Le attività proposte coinvolgono una media di 15/18 minori nell'arco dell'anno, che frequentano i rispettivi centri diurni da lunedì a venerdì, dalle 13.00 alle 18.00.

La fascia d'età di cui si occupa il Colibrì va da 11 a 18 anni.

L'intervento dell'équipe, composta da 7 educatori, con diversi anni di esperienza sul campo, è individualizzato a seconda dell'età, delle caratteristiche personali e delle caratteristiche del nucleo familiare di appartenenza.

Stare al Colibrì significa entrare in un ambiente in grado di accogliere i ragazzi sin dall'ora di pranzo, affrontare gli impegni scolastici e infine dedicarsi allo svago, sia individuale, sia attraverso attività di gruppo. La cura e protezione nei confronti dei più piccoli è l'inizio di un percorso verso l'acquisizione di autonomie che sono parte fondamentale del lavoro a favore dei più grandi che si apprestano a entrare nella vita adulta.

VERIFICA

Équipe educativa: si riunisce settimanalmente per predisporre e seguire l'andamento dei progetti educativi individualizzati.

Supervisione pedagogica: si riunisce mensilmente per servirsi di uno sguardo esterno all'équipe. L'obiettivo è confermare l'efficacia dei progetti e interventi, oppure intervenire con modifiche laddove lo si ritenga necessario.

RETE

Il principale interlocutore sul lavoro educativo è la famiglia del minore, con la quale risulta fondamentale costruire un patto di collaborazione condiviso.

Lascuola è una parte molto importante per chiudere la triangolazione che rappresenta i tre ambiti fondamentali della quotidianità dei nostri ragazzi e ragazze.

Colibrì si avvale della relazione con enti sportivi, oratori, associazioni culturali dal momento in cui costituiscono un prezioso ambito di confronto utile al buon esito del progetto educativo.

ENTI INVIANTI

I Servizi Sociali di zona 7

  • decreto del Tribunale per i Minorenni, laddove esista un pregiudizio nei confronti dei Minori. In questo caso il Colibrì costituisce uno degli strumenti di recupero stabilito per legge.

  • Accesso spontaneo, la famiglia del minore si reca al servizio di segretariato per esporre le proprie difficoltà e indicando la necessità che il minore in questione necessita dell'accoglienza presso il Colibrì.

    Centro di prima accoglienza del Beccaria,

  • Ragazzi/e sottoposti a procedimento penale, spesso con misure cautelari.

  • 1
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

Simple Image Gallery Extended